I AM HERE I HAVE A GUN
I AM HERE I HAVE A GUN

“Vi è rappresentato un angelo che sembra in procinto di allontanarsi da qualcosa su cui ha fissato lo sguardo. (…) Ha il viso rivolto al passato. Là dove davanti a noi appare una catena di avvenimenti, egli vede un’unica catastrofe, che ammassa incessantemente macerie su macerie e le scaraventa ai suoi piedi. Ma dal paradiso soffia una bufera. (…) Questa bufera lo spinge inarrestabilmente nel futuro, a cui egli volge le spalle, mentre cresce verso il cielo il cumulo delle macerie davanti a lui. Ciò che noi chiamiamo il progresso, è questa bufera.”
(Walter Benjamin, Tesi di filosofia della storia)

ll titolo del lavoro prende spunto da una foto del fotografo Richard Misrach, realizzata subito dopo l’uragano Katrina.
I am here I have a gun prosegue l’indagine sul concetto di visione della Catastrofe che abbiamo avviato con il progetto MW.

Guardiamo gli avvenimenti catastrofici da una finestra, sia essa uno schermo o una finestra reale che affaccia su una strada dove il vento spazza la città.
 Guardiamo dal nostro punto di vista e quello che scorgiamo è il semplice scorrere della storia anche quando la storia coincide con la catastrofe. O viceversa.

È una finestra che affaccia su un interno, dove una catastrofe accumula macerie su macerie. E alle nostre spalle spira una tempesta. La catastrofe fissa un punto su di noi.
E questa volta ingaggiamo un duello: IamhereIhaveagun, sonoquihounapistola. Uno straziante e spaventato avvertimento e un urlo aggressivo gettato da fuori e da dentro si fondono.

progetto Giorgia Maretta, Andrea Cavallari, Andrea Rimoldi, Paolo Calzavara
regia Giorgia Maretta, Andrea Cavallari
con Andrea Rimoldi, Gabriele Rimoldi/Francesco Boiocchi, Andrea Cavallari
set design e scenotecnica Andrea Rimoldi
sound design e live electronics Paolo Calzavara
si ringrazia per la collaborazione Beatrice Sarosiek, Simona Bonacina
un ringraziamento particolare a Corrado Tagliabue
co-produzione Network Open Latitudes (Latitudes Contemporaines – Vooruit — L’Arsenic -– Body/Mind – Teatro delle Moire/Danae Festival – Sin Arts Culture – le phénix – MIR Festival – Materiais Diversos) con il supporto del programma Culture from European Union, Centrale Fies (Dro)
residenza artistica Centrale Fies, LachesiLab

 

photo video  



Loading